Smart Marketing, quando la qualità dei Micro-Influencer è più importante della quantità

Il nuovo trend del 2018? Affidare ai micro-influencer la social media strategy del tuo brand. Le statistiche parlano chiaro. L'84% dei consumatori dichiara di affidarsi alle recensioni online e al passaparola piuttosto che ai consigli delle celebrities. Una vera e propria inversione di tendenza che vede nelle piccole community la nuova Eldorado del marketing.

Micro-Influencer Marketing: macro vs micro!

In principio era Facebook, poi Twitter, Youtube e infine Instagram, regno incontrastato del visual marketing. L'ingresso e la fama inaspettata dei social nelle strategie commerciali ha creato un fenomeno curioso. Il picco dei like e dei commenti a un determinato post si registrano in account che hanno all'incirca 1.000 followers. Al di sopra dei 100.000 fan invece il coinvolgimento inizia a diminuire perché l'utente medio preferisce interagire e relazionarsi con chi sente più vicino. Nessun volto famoso quindi ma lo youtuber o il blogger capace di coinvolgere, raccontare e suscitare commenti e reazioni in chi lo segue.

Il vero tesoro del micro-influencer marketing è la community attiva e partecipativa. Il consumatore diventa attore e parte integrante di un contenuto. Chiede, si informa, dà vita alla sua user experience fidandosi del parere di chi gli appare simile. Il passaparola vale più di un consiglio in pieno Kardashian-style! I nostri marketers hanno rilevato presto questa nuova tendenza del mercato tanto che l'Italia è il terzo paese al mondo a produrre contenuti sponsorizzati dai piccoli influencer, secondo il report "The State of Influencer Marketing". Il micro-influencer potrebbe essere il tuo vicino di casa o un tuo amico. Ti ispira fiducia, trasparenza. In poche parole, ha un volto comune e una storia da raccontare.

Micro-Influencer e smart marketing

La strategia dei micro-infuencer ha rivoluzionato anche il mondo dello Smart Marketing. Gli obiettivi quantificabili, chiari, misurabili e rilevanti incontrano i social network e danno vita a un nuovo modo di fare business. È l'incastro perfetto di strumenti e modelli innovativi che aiutano il tuo brand a raggiungere potenzialità incredibili. Il micro-influencer di solito si occupa di un pubblico di nicchia, al quale interessano argomenti particolari che possono riguardare il fitness, il benessere, la bellezza o la moda. Dispensa consigli, trucchi, opinioni e, grazie alla trasparenza che lo contraddistingue, può facilmente trasformare una community in un gruppo d'acquisto.

Scegli un micro-influencer perché..

Perché ti regala numerosi vantaggi! Partiamo dal primo, uno dei più importanti. La pubblicità affidata a un volto poco noto, a fronte di un ritorno di investimenti (ROI) pari all11%, ti costa di meno in termini di investimento iniziale. Questo aspetto ti permette di creare maggiori contenuti sponsorizzati e quindi generare più discussioni intorno al tuo brand.

Il micro-influencer punta dritto al target che desideri. Se vendi canne da pesca, avrai bisogno di un pubblico ristretto ma realmente interessato al tuo prodotto, presupposto indispensabile per aumentare la conversion rate!

Infine il micro-influencer è credibile, la storia di un prodotto narrata dallo youtuber di turno appare immediatamente reale e degna di fiducia. A questo aggiungi che gli algoritmi che sono alla base di social come Facebook e Instagram privilegiano la condivisione di contenuti derivati da profili personali e non aziendali. Un motivo in più per scegliere MelaCondividi, l'innovativo servizio che MelaScrivi mette a tua disposizione. Ti bastano pochi istanti per dare al tuo contenuto la visibilità che merita grazie a una rete capillare di freelancers e dei loro canali Facebook e Twitter! Cosa aspetti? Provalo!

 

Autore: Monica P.

Ultime news da Melascrivi