Content Marketing, 10 consigli per una strategia vincente

Durante l'ultimo Digital Summit di Kansas City, in una platea di 500 persone soltanto il 10% si è dichiarata soddisfatta degli obiettivi raggiunti in materia di  content marketing. Puoi pianificare con cura, leggere ebook e manuali, ascoltare webinar, ma se non implementi il tuo traffico, non aumentano lead e conversioni e tutti i tuoi sforzi si trasformano un incredibile fallimento. Come evitare tutto questo? Con i nostri 10 consigli per una strategia vincente di content marketing!


Obiettivi chiari

La domanda fondamentale che devi porti è perché stai creando quel determinato contenuto. Scrivere senza prima aver fissato degli obiettivi chiari da raggiungere è il presupposto di ogni fallimento, è la freccetta tirata a caso perché non sai dov'è la tua personale dartboard. Gli obiettivi possono essere molteplici: la fidelizzazione dei clienti, l'upselling, far conoscere il proprio marchio o generare lead. Ognuno di questi settori presuppone un tipo di strategia diversa e un contenuto mirato. Qualunque sia la tua meta, non dimenticarti di delinearla sin dall'inizio!

Una delle massime dei giovani marketers americani dice "You can’t manage what you can’t measure", non puoi gestire quello che non puoi misurare. Per scoprire se il tuo approccio strategico è efficace ovvero se la tua strategia è allineata con l'obiettivo da raggiungere, devi utilizzare le metriche. Queste unità di misura non sono tutte uguali. Puoi scegliere ad esempio tra le menzioni e le ricerche del brand, la social media reach, il tempo medio trascorso su una pagina, la frequenza di ritorno o di rimbalzo. La cosa fondamentale è che tu scelga la metrica in base allo scopo che hai dato al tuo marketing dei contenuti.


Il marketing e l'imbuto

Il cliente arriva sul tuo sito, vede l'oggetto e compra. Se le vendite funzionassero in questo modo il content marketing non avrebbe nessuna ragione di esistere. In realtà un utente, prima di comprare un servizio o un oggetto, ha bisogno di raccogliere numerose informazioni che dovrai offrirgli seguendo schemi ben precisi. La vendita è il risultato di una serie di azioni consequenziali. Il concetto è semplice: parti da una base ampia di potenziali acquirenti e, attraverso un  content marketing mirato, riduci il loro numero fino a garantirti soltanto clienti realmente interessati a ciò che vendi. 

In termini tecnici questo è il famoso funnel ovvero la canalizzazione delle vendite che possiamo raffigurare come un imbuto formato da:

  • una parte alta e ampia dove si concentrano la maggior parte delle interazioni e si generano grandi numeri in merito a contatti e visite uniche.
  • una parte bassa costituita da poche interazioni ma di grande qualità.


In mezzo ci sono i famosi touch points digitali dove, attraverso una serie di contenuti mirati, devi dimostrare la tua capacità di informare, attrarre, sedurre e persuadere il tuo futuro cliente. 

La pianificazione è fondamentale anche all'interno del funnel stesso, nel percorso che porta dalla parte ampia a quella ristretta. Non puoi pensare di creare un testo per un solo tipo di acquirente. Devi attrarre chi non conosce il tuo brand attraverso una serie di contenuti brillanti e credibili. Allo stesso modo però devi pensare a chi si trova "nel mezzo del cammin" del tuo sito ovvero a quell'utente che ha superato l'ingresso ma che ancora non è arrivato all'acquisto. È forse lo step più delicato perché il tuo cliente è a metà del percorso e tu devi convincerlo che mettere quell'oggetto nel carrello è la cosa migliore che possa fare. Nella parte finale dell'imbuto trovi il cliente che sta per acquistare. Qui "Content is king", stai per arrivare al tuo obiettivo, l'acquirente ha bisogno di contenuti precisi, puntuali, informativi.

Non avere fretta

Recenti statistiche hanno evidenziato che sono necessari almeno 6 mesi per vedere i primi risultati di una campagna di content marketing mentre i migliori risultati si ottengono dopo almeno un anno. Questa è la forchetta piuttosto ampia che devi prendere in considerazione prima di attuare la tua strategia. Il lasso temporale di cui ti abbiamo parlato è ovviamente influenzato da vari fattori come il budget, l'obiettivo, la popolarità del brand. Fai tua la celebre massima di Tolstoj: tempo e pazienza sono due guerrieri invincibili. Il marketing digitale funziona, ma non è una bacchetta magica!


SEO o non SEO? 

Non esiste SEO senza contenuto e non esiste contenuto senza SEO. Sono due tessere di un medesimo puzzle che si incastrano alla perfezione, si fondono e ti conducono dritto al risultato. Una delle metriche a consumo più utilizzate per misurare l'efficacia di una strategia di marketing è l'analisi dei dati relativi alle visite sul sito. Per ottenere traffico devi essere visto dai motori di ricerca. Un contenuto di qualità non basta, deve essere anche ottimizzato per permettere a Mr. Google di trovarlo tra miliardi di testi e indicizzarlo. 

È stato calcolato che soltanto il 28% delle piccole imprese ottimizza i propri testi, un dato sconcertante che spiega il motivo per cui molte strategie falliscono ancor prima di iniziare. Ottimizzare vuol dire utilizzare in modo opportuno gli strumenti offerti dalla SEO. Un contenuto di qualità deve essere scritto per gli utenti e contenere un elemento fondamentale, le parole chiave. La famosa keyword principale rivela a Google il target, il bacino di utenza al quale ti riferisci. Deve essere piazzata nel testo in modo strategico ma intelligente e soprattutto deve avere una sua logica, altrimenti Google ti penalizza. Vuoi essere sicuro di non sbagliare? Utilizza il nostro servizio  MelaKeys!

Migliora il tuo workflow!

Un flusso di lavoro ben organizzato ti permette di ottimizzare il tuo tempo e le tue risorse. Nel caso del content marketing, le autrici del manuale "Content strategy for the web" hanno individuato tre step fondamentali per organizzare un workflow di successo:

  • Crea nuovi contenuti.
  • Mantieni il contenuto esistente
  • Valuta l'efficacia dei contenuti

Questi 3 passaggi devono essere attentamente documentati nella tua strategia di marketing dei contenuti e condivisi con tutti i tuoi collaboratori.


Diventa manager di te stesso!


Il content marketing funziona al meglio quando è considerato una filosofia aziendale perché è un investimento abbastanza rischioso in quanto produce risultati a lungo termine. Senza un fervente sostenitore nella famosa C-Suite, il gruppo dei manager più importanti della tua azienda, il progetto può saltare, essere rimandato o addirittura cancellato. La soluzione? Se nessuno ti appoggia diventa lo sponsor più convincente di te stesso, organizza un work-shop all'interno della tua azienda per convincerli a darti un'opportunità.

Verba volant

I marketers che redigono una strategia documentata hanno 5 volte in più la probabilità di avere successo. Metti subito nero su bianco le tue idee, non importa se ancora imperfette, avrai tempo per modificarle. Uno step by step del tuo piano di content marketing ti permette di lavorare in modo più intelligente, efficace ed efficiente. La parola scritta inoltre allinea, mette sulla stessa lunghezza d'onda te con i tuoi stakeholder, rafforza gli obiettivi comuni, li rende più chiari e comprensibili.


Pubblico quindi sono

A meno che tu non sia Brian Dean di Backlinko, per fidelizzare i tuoi lettori ed essere presente sul web devi pubblicare a intervalli regolari, preferibilmente una volta alla settimana o più. Ti basta una breve ricerca sul web per vedere che i professionisti del marketing che ottengono ottimi risultati sono quelli che scrivono (e pubblicano) con cadenza regolare.

Spesso e bene

Non basta però pubblicare a intervalli regolari, devi anche saper scrivere contenuti di alta qualità. Parlare lo stesso linguaggio dei tuoi lettori, insegnare qualcosa senza vendere nulla, aggiungere qualcosa di nuovo al mare di informazioni spesso ripetitive che si trovano nel web. A questo aggiungi anche la necessità di un formato leggibile e chiaro grazie all'utilizzo di titoli, sottotitoli, elenchi, corsivi e grassetti. Non trascurare le immagini. Una foto bella, scelta con criterio è un ottimo biglietto da visita per il tuo articolo.

La pubblicità è l'anima del content marketing


La promozione del contenuto è importante quanto la sua creazione. Utilizza i social media e le newsletter per far conoscere al pubblico i tuoi articoli. Se non condividi ciò che scrivi soffochi sul nascere qualsiasi contenuto che rischia di rimanere lì, senza essere letto da nessuno.


Questa è la lista dei 10 step più importanti per costruire una strategia di content marketing di successo. Adesso tocca a te. Sei pronto a costruire la tua personale hall of fame?

 

Autore: Monica P.

Ultime news da Melascrivi